Come classificare e valutare le perle di Tahiti?

Come classificare e valutare le perle di Tahiti?

Forma

Le perle si formano come vogliono, proprio come fanno le keishis, le piccole perle che rigettano il nucleo e trattengono solo il tessuto innestato attorno al quale si aggrega l'aragonite. Le perle coltivate di Tahiti mostrano molte forme, solitamente divise in cinque categorie: tonde / semitonde, ovali / a bottone, a goccia, cerchiate, semi-barocche e barocche. Mentre le perle rotonde sono state a lungo le preferite dagli acquirenti, altre categorie attraggono sempre più designer che traggono ispirazione dalle forme originali e naturali delle perle per creare gioielli unici.

Colore

Sebbene comunemente chiamate perle nere, le perle coltivate di Tahiti offrono una vasta gamma di colori. Nel loro stato naturale, mostrano infinite sfumature uniche: ciliegia, crema, pavone, verde, blu, grigio, bianco e altro ancora. La scelta è soprattutto una questione di gusto personale.

TAGLIA:

La dimensione è misurata in millimetri, le perle più grandi sono le più rare e ricercate. La maggior parte delle perle coltivate di Tahiti misurano 8-14 mm. In casi eccezionali, alcuni superano i 18 mm e sono considerati tesori estremamente rari.

Qualità della superficie

La qualità della superficie delle perle coltivate di Tahiti può essere apprezzata ad occhio nudo. Come con i prodotti completamente naturali, alcune perle mostrano imperfezioni superficiali. Ci sono cinque categorie di perle: Top Gem (qualità perfetta, nessun difetto); Categoria A (imperfezioni minuscole, quasi invisibili); Categoria B (imperfezioni molto leggere); Categoria C (segni su meno di due terzi della superficie); e categoria D (marchi relativamente importanti).

Splendore

Lo splendore di una perla consiste nel suo splendore e oriente. La lucentezza, o brillantezza, è determinata dal grado di riflessione della luce sulla sua superficie. Una bella lucentezza significa che la luce viene riflessa totalmente, producendo un effetto specchio. Più debole è la lucentezza, più opaco è l'effetto. L'oriente determina l'iridescenza di una perla, che nasce dalla decomposizione della luce attraverso gli strati di madreperla. Il bellissimo oriente si traduce in un morbido effetto arcobaleno, simile a quello visto sulle bolle di sapone.

Valutazione delle perle

In generale, più grande è il diametro di una perla e più rotonda è la sua forma, maggiore è il suo valore, ma esistono delle eccezioni. Il valore di una perla grande e di qualità inferiore potrebbe essere inferiore a quello di una perla più piccola e priva di imperfezioni. Indipendentemente da ciò, i criteri di colore e luminosità specifici delle perle coltivate di Tahiti rimangono le considerazioni più decisive per gli esperti.

Nella stessa categoria


Correlato da tag


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Si prega di notare che i commenti devono essere rilasciati prima della pubblicazione

×