Come coltivare una perla del mare del sud nelle acque oceaniche australiane?

Come coltivare una perla del mare del sud nelle acque oceaniche australiane?

Per produrre perle di bellezza naturale senza alcun miglioramento sono necessarie pratiche agricole che imitino il più fedelmente possibile la vita naturale dell'ostrica. Per più di 50 anni, i coltivatori di perle australiani hanno cercato di capire il segreto dietro la capacità della Pinctada maxima di produrre perle naturali di qualità superlativa.

 

Passaggio 1: immersioni

Il processo di coltivazione delle perle inizia nelle acque incontaminate al largo dell'Australia nord-occidentale, con l'attenta raccolta di selvaggina Pinctada maxima ostrica. Operando da navi oceaniche, squadre di sommozzatori affrontano i pericoli delle profondità per raccogliere a mano le ostriche dal fondo del mare. La raccolta delle ostriche a mano è una forma di pesca commerciale rispettosa dell'ambiente che non danneggia il fondo del mare e non produce catture accessorie dispendiose.

Passaggio 2: semina

L'impianto di nucleo da cui ogni perla nasce è un'operazione meticolosa e specializzata. A bordo delle navi perle, le ostriche vengono tenute in vasche di acqua di mare in costante circolazione fino a quando una sfera levigata di conchiglia d'acqua dolce del Mississippi viene delicatamente inserita da un tecnico esperto. Questo materiale è costoso ma viene utilizzato perché ha una composizione chimica e una densità quasi identiche a quelle di un perla naturale. Una volta seminate, le ostriche vengono restituite al mare per permettere alla natura di fare il suo corso.

 

Passaggio 3: allevamento

Mantenere le ostriche in ottima salute è fondamentale per la produzione di perle di alta qualità. Durante il periodo di allevamento di 2-3 anni, le ostriche vengono pulite individualmente ogni dieci-quattordici giorni per rimuovere la crescita marina che altrimenti comprometterebbe la loro salute.

 

Passaggio 4: raccolta

Dopo un minimo di due anni di attenta alimentazione, le ostriche vengono nuovamente sollevate dal mare e portate alle navi madri per il raccolto. Fino al momento in cui i tecnici estraggono ogni perla, il risultato è sconosciuto. Viene prestata grande attenzione per ridurre al minimo qualsiasi danno o stress alle ostriche, poiché possono essere utilizzate per una seconda e talvolta una terza semina.

 

Passaggio 5: valutazione

Ogni perla è ordinata individualmente secondo il sistema di classificazione "Le Cinque Virtù". Le perle sono classificate nello stesso stato naturale in cui emergono dal ostrica e la gamma di categorie è vasta. Paspaley Pearling Company, il principale produttore australiano mare del sud perle classifica le sue perle in quasi 6000 gradi individuali. Questo processo rigoroso rende la classificazione precisa ma è necessario per garantire la coerenza.

 

 https://youtu.be/tcg0zs_tgSw

 

 

 

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione